Menu

Linea guida

L'Istituto socioterapeutico La Motta fu fondato nell'anno 1938 dalla dottoressa Ita Wegman. La dottoressa Wegman era una stretta collaboratrice di Rudolf Steiner, il fondatore dell'antroposofia. Da questa collaborazione si sviluppò l'arte medica allargata secondo la visione antroposofica.

Attualmente presso La Motta vivono 46 adulti bisognosi di cure dell’animo, taluni anche con handicap gravi.

Anche il mio cammino è lungo,
mi condusse attraverso i tempi,
qualunque cosa l'umanità abbia vissuto.
Io vi presi parte,
certa dell'origine divina,
ma fui plasmata dall'amore per l'essere umano,
dall'amore per tutto quanto ora mi circonda come mondo.

Persefone – Ita Wegman

La concezione antroposofica dell'uomo, secondo la quale la parte spirituale ed immortale più intima dell'essere umano non può mai essere bloccata da una disabilità, è un criterio guida fondamentale per i nostri collaboratori.

Gli ospiti vengono assistiti in base alla loro situazione individuale e viene profuso un grande sforzo per cercare di stimolare al massimo le loro naturali predisposizioni ed incentivare così lo sviluppo delle loro capacità.
A partire dalla molteplicità dei destini e dei gradi d'invalidità degli ospiti, si prospetta la sfida per i collaboratori di intraprendere nuovi cammini pedagogici e terapeutici, potendosi in tal modo aprire prospettive di sviluppo per tutti.

La Motta - Linea guida